Abito da sposo: I piccoli accorgimenti per far funzionare il made to measure.

Indossare un bel completo ci trasforma fisicamente. Le spalle si allargano, le linee del corpo si assottigliano e il portamento migliora in modo naturale. Stai benissimo, e ti senti benissimo. Certo, questo succede quando l’abito è quello giusto, quando ha quella cura sartoriale che rende le cose semplicemente perfette. Non bisogna per forza spendere una fortuna, perché con i dovuti accorgimenti anche un abito di prezzo medio può sembrare di altissima qualità. L’importante è che rispetti queste regole.
1. Fai fare l’orlo ai pantaloni
La lunghezza dei pantaloni è l’errore numero uno di quasi tutti gli uomini. Anche le star di Hollywood spesso si dimenticano di far calibrare la lunghezza con l’orlo. Non devi certo arrivare ai pantaloni alti alla caviglia di Thom Browne, ma la stoffa ripiegata lungo lo stinco non ti farebbe alcun favore, e in più accorcerebbe la figura. Richiedi sempre l’orlo giusto: la stoffa dovrebbe arrivare a toccare appena l’accollatura della scarpa. Chiamiamola pure la regola d’oro dell’alta sartoria maschile.
2. Attento al fit sulle spalle
Le spalle della giacca dovrebbero avvolgere le tue, senza stringere troppo. Se succede vuol dire che la giacca è semplicemente troppo stretta. Se la linea della spallina va molto oltre quella della tua spalla, ovviamente la giacca è troppo grande. Prima di scegliere una giacca, accertati che il fit sulla spalla sia perfetto, perché quella parte dell’abito è la più difficile da correggere dal sarto.
3. Misura l’orlo sulle maniche
L’orlo dei pantaloni è cruciale, quello delle maniche è comunque importante. La manica della giacca dovrebbe arrivare esattamente a 0,5 centimetri dall’orlo della manica della camicia. La misura non è rigida, ma è meglio avvicinarsi a questo standard per sfiorare la perfezione che stai cercando. Dalla giacca dovrebbe comparire una sottile striscia di polsino, e per ottenere l’effetto desiderato è meglio affidarsi al sarto.
4. Controlla lo spazio tra colletto e nuca
Magari tu non te ne accorgi, ma gli altri sì. Il colletto della tua giacca se non è perfettamente aderente alla nuca tenderà a creare uno spazio che va corretto. Se la giacca è comunque quella giusta per te, il sarto potrà sistemare facilmente quel difetto. Ad ogni modo lo spazio accettabile tra colletto e nuca deve essere veramente piccolo, altrimenti è meglio cercare direttamente un’altra giacca
5. Fai restringere la giacca e fai la prova del pugno

Molte giacche sono create in modo democratico, pensate per accogliere bene o male tutti i tipi di uomo. Questo vuol dire che la stessa giacca è pensata per busti e fianchi di qualunque diametro. Se non sei il tipo da giacca democratica, sarà importante far restringere lungo i fianchi il modello prescelto. Non farla riprendere troppo, devi comunque essere in grado di muovertici dentro anche con i bottoni chiusi. Un buon modo per decidere la larghezza giusta è questo: il tuo pugno deve entrare senza problemi tra il bottone superiore della giacca (chiuso) e la camicia. Se succede, ti sei avvicinato alla perfezione.

6. Fai assottigliare le maniche e i pantaloni
La linea degli abiti maschili è cambiata. Molti uomini oggi richiedono dei pantaloni leggermente più stretti perché allungano la figura. Vero, lo stesso vale anche per le maniche della giacca. Richiederà più lavoro al sarto, ma restringere leggermente il volume di maniche e pantaloni ti darà una silhouette più nitida e precisa, che farà la vera differenza.
Ilaria,
SESTO SENSO,via Carlo capelli 72 Torino
www.sestosensoabbigliamento.it

Lascia un commento